Crea sito

Lady Gaga @ Super Bowl 2017

C’è chi dopo la sua “trasformazione” l’aveva già messa in panchina come artista, relegandola nello scenario delle stelle dello showbiz in decadenza: Lady Gaga, invece, ha indossato un’ armatura scintillante firmata Donatella (ovviamente!) e ha giocato la sua partita, vestendosi di energia e lanciandosi nel vuoto, letteralmente!
Eh si, perché Miss Germanotta è stata la protagonista indiscussa dell’Halftime Show del Super Bowl di ieri sera: trasmesso anche in Italia in diretta dal Texas, Gaga ha regalato ai milioni di spettatori una performance incredibile, tinta di velati messaggi politici anti-Trump in brani d’apertura come God Bless America e This Is Our Land, cantati con voce potente direttamente dal tetto dello stadio.
Volteggiando nell’aria e scendendo sul palco, passando per una torre dall’atmosfera post-apocalittica, la cantante italo-americana, ha eseguito alcuni dei suoi pezzi più celebri, come Poker Face, Born This Way, Just Dance, Telephone e Bad Romance, in un botta e risposta tra canto e ballo, senza tralasciare momenti magici, fatti di sola voce e piano in Million reasons, singolo estratto dal suo ultimo album, Jolene.
Con un solo repentino cambio d’abito, Lady Gaga conclude uno show in cui si prende una grande rivincita, senza utilizzare grandi travestimenti o strani abiti fatti di carne, ma mettendo al centro dello stadio solo ed unicamente se stessa, salutanto tra un verso e l’altro i propri genitori: la celebrazione di un traguardo che sognava fin da bambina, quando cantando davanti ad uno specchio, immaginava di essere proprio lì, nel magico quarto d’ora di musica che diventa più di una pausa tra primo e secondo tempo.
In un momento come questo, in cui l’America deve fare i conti con le direttive di un nuovo presidente, la musica si prende tutto lo spazio necessario, non solo per illuminare uno stadio di luci e colori, ma per far risplendere in una sola, potentissima voce, quella di ogni americano.
Con un ultimo salto nel vuoto, Lady Gaga afferra un pallone lanciatole dalla squadra, salutando l’immenso pubblico testimone di una grande rivincita: quella dell’arte e della passione.

LaManu
Blogger & News addicted

Commenti all'articolo

comments

Author: La Manu

Share This Post On